BASELWORLD 2004
NASCE UNA STELLA…

Nel 2004 TAG Heuer lascia il segno nella storia dell’orologeria presentando il Concept Watch MONACO V4, il primo orologio al mondo alimentato da un sistema di cinghie, con massa oscillante lineare e cuscinetti a sfere.
Il nome V4 deriva dalla platina principale plasmata a forma di V, sulla quale sono montati i quattro bariletti del movimento: due serie da due su cuscinetti a sfere ad angolazione +/- 13 gradi, dall’aspetto che ricorda quello dei cilindri nel motore di una Formula 1.

La trasmissione alimentata da cinghie brevettata del Concept Watch e la massa oscillante lineare rappresentano una totale ridefinizione del concetto di trasmissione secondo i parametri dell’orologeria tradizionale. La rivoluzione meccanica è ospitata all’interno di una rivoluzione del design: l’audace cassa quadrata del Monaco che seppe conquistare Steve McQueen, che lo volle al suo polso nel 1971 nel film culto per gli appassionati di motori ‘Le 24 Ore di Le Mans’, premiato con il ‘Best Design Award’ al Grand Prix de l’Horlogerie de Genève, con il Red Dot Design Award in Germania, come ‘Watch of the Year’ per Wallpaper Magazine e come ‘Best of what’s new ‘ secondo Popular Science.
Una conferma della leadership di TAG Heuer come designer di movimenti meccanici all’avanguardia.

CINQUE ANNI DOPO
IL CONCEPT DIVENTA REALTA’…

Nel 2009, contro ogni aspettativa, TAG Heuer lascia senza fiato il mondo dell’orologeria svelando quello che molti designer industriali pensavano non avrebbe mai visto la luce: un’edizione di MONACO V4 pronta per essere lanciata in commercio. La straordinaria svolta è l’esito di cinque anni di intenso lavoro di ricerca da parte di ingegneri di Alta Orologeria per far fronte agli ultimi ostacoli – tra questi fondamentale lo sviluppo di cinghie di trasmissione ultra sottili e ultra resistenti.
Vera e propria opera d’arte, MONACO V4 era l’orologio più all’avanguardia mai visto fino a quel momento sul mercato, che ospitava la prima, nuova complicazione vista su un orologio in produzione dai tempi del primo cronografo meccanico automatico Calibre 11 Chronomatic, lanciato da Heuer nel 1969.
MONACO V4 è stato poi interpretato in diverse edizioni – oro rosa, titanio, platino e ceramica, ciascuna se possibile ancora più splendida della precedente, fino a …

QUANDO L’ALTA OROLOGERIA D’AVANGUARDIA INCONTRA LA TRADIZIONE

Grazie al suo continuo lavoro sullo sviluppo top secret delle sue cinghie di trasmissione dallo spessore non superiore a quello di un capello, TAG Heuer porta la sua creazione all’avanguardia ad un livello successivo, associando la sua tecnologia brevettata di trasmissione tramite cinghie con una delle complicazioni più emblematiche dell’orologeria tradizionale: il tourbillon.
Il risultato – il MONACO V4 TOURBILLON brevettato – rappresenta una netta rottura con tutti i codici e le convenzioni dell’orologeria.

La più sofisticata e iconica complicazione dell’ Alta Orologeria, un tourbillon, è un sistema meccanico che regola la velocità a cui vibra un orologio. Tradizionalmente, vince l’effetto di gravità mettendo bilanciere e scappamento all’interno una gabbia rotante.
MONACO V4 TOURBILLON complica la complicazione, utilizzando in una première mondiale, una microcinghia per muovere il tourbillon. Grazie alla cinghia che lo alimenta, il tourbillon non subisce alcun contraccolpo. Il maggiore vantaggio di questa architettura è l’assoluta fluidità della rotazione del tourbillon. Il segnatempo d’avanguardia è equipaggiato con un sistema di carica automatica lineare, la massa è guidata all’interno di un binario anziché da un sistema rotatorio tradizionale. Le quattro microcinghie dentate dallo spessore di soli 0,07mm, la cui segreta soluzione di design e ingegneria rimane uno dei segreti meglio custoditi dell’orologeria, creano un efficace sistema di assorbimento degli urti. Altra première, i bariletti sono montati su cuscinetti a sfera.
Interamente plasmato a mano e assemblato nel laboratorio di Alta Orologeria d’Avanguardia di TAG Heuer a La Chaux-de-Fonds, in Svizzera. Tra i materiali esclusivi utilizzati per la sua produzione, il titanio nero space-grade utilizzato per la cassa.
Solo affrontando rischi e sfide, trascendendo la tradizione, si può arrivare a realizzare questo genere di conquiste.
Grazie all’associazione unica e senza precedenti di cinghie e tecnologia tourbillon, il brevetto MONACO V4 TOURBILLON è la nuova, più recente dimostrazione della continua leadership di TAG Heuer nel ruolo di marchio all’avanguardia per design e tecnologia di Alta Orologeria.